“ Digital “ Marketing nel 2020?

Da branca del Marketing ad ambito, il Digital Marketing oggi si è espanso abbastanza da inglobare le attività tradizionali, che in una strategia devono essere sinergiche a quelle digital.

 

Solo qualche anno fa, in Italia soprattutto, il “genio del Marketing” di una media impresa era un commerciale intelligente, capace di coniare slogan d’impatto veicolabili tramite affissioni, TV e giornali.

Nel migliore dei casi, la fidelizzazione e la brand identity venivano costruiti rispettivamente tramite eventi esclusivi per top clients e sfruttando i testimonials.

 

Al fianco del “genio” c’era una figura ibrida tra un nerd-sviluppatore e uno statistico: l’addetto al

Digital Marketing. Nella sua testa circolano solo acronimi sconosciuti al mondo intero: CPC, CTR, CPM…?

I social media, ovvero Facebook, venivano gestiti da una persona raccomandata da chi ricopre ruoli ai vertici dell’azienda. Tratti caratteristici: under 30, disoccupato. Capacità richieste: scatto foto tramite “telefonino”, caricamento in piattaforma e conoscenza base dell’inglese per copy “concettuali”.

 

Oggi è chiaro a tutti che qualcosa è cambiato. Il “genio del marketing” o si è innovato oppure è stato sorpassato; il Digital Marketer trova empatia con l’azienda e l’audience di riferimento; chi gestisce le pagine social è dotato di creatività e capacità comunicative fuori dalla norma.  

 

L’ambiente socio-economico in cui viviamo è digitale, anche quando non abbiamo dispositivi al nostro seguito. Di conseguenza, anche quando pensiamo strategie di marketing “offline” bisogna fare i conti con il “Digital Approach”, se si vuole essere efficienti:

 

  Possiamo prendere il contatto di chi partecipa? E come lo utilizziamo dopo?

  Che contenuti possiamo produrre? C’è un fotografo o videomaker?

  User generated content (UGC)? Come li stimoliamo?  

 

Queste sono solo alcune delle domande che chi si occupa di strategia dovrebbe porsi prima di spendere qualsiasi centesimo in ogni attività.

 

Come detto, Il marketing tradizionale supporta quello digitale e vice versa nel raggiungere l’obiettivo aziendale, tramite l’utilizzo di una comunicazione cross-canale, off-site e online, coerente nel messaggio e nel target di riferimento.

Oggi la strategia di comunicazione che comprende il canale digitale è contemporanea, non avanguardistica. Non presidiando il canale si perdono quote di mercato.

 

Concretamente voglio dire che utilizzare il canale digitale senza integrarlo nella strategia generale è sconveniente per almeno due ragioni:

 

  Brand Identity: avere un servizio efficiente in-store, al telefono, nel packaging e peccare nella qualità di comunicazione digitale crea un’asimmetria disfunzionale nella percezione del brand che sminuisce gli investimenti delle attività tradizionali.

  Sviluppo territoriale e CPA (Cost per Acquisition): se l’attività digitale è integrata all’attività tradizionale si ottimizza la CPA complessiva. Immaginiamo che, per l’acquisizione di un nuovo cliente, l’azienda necessiti di “mostrare” il brand, tramite le attività tradizionali (passa parola, contatto diretto, vetrina su strada, affissioni ecc.), a 10 persone per 3 volte.

Utilizzando il digital sullo stesso target, le attività tradizionali necessiteranno di un contatto in meno velocizzando il processo di acquisizione che, se unito ad attività BTL (below the line ovvero attività mirate all’advocacy), ottimizzeranno maggiormente il processo e lo sviluppo territoriale “a macchia d’olio”.

 

Oggi tramite gli e-commerce è possibile vendere a “tutto il mondo”, ma “tutto il mondo” non compra dal nostro e-commerce solo perché esistiamo.

Per riuscire a vendere bisogna convincere il cliente, della nostra affidabilità, efficienza, qualità del prodotto, in un ambiente virtuale che limita la percezione sensoriale.

Quindi o si è sicuri che il bene da vendere online in un paese che non si presidia sia necessario, molto richiesto e scarso, oppure conviene ottimizzare i paesi in cui si è presenti.

 

 La tua strategia di marketing integra il digital approach?

Hai qualcosa da chiederci?