Trasporto a bassa temperatura
per i prodotti farmaceutici

Considerazioni sulle caratteristiche e sui trend nell’ambito dei flussi a temperatura controllata e sotto zero.

Trasporto a bassa temperatura per i prodotti farmaceutici

Considerazioni sulle caratteristiche e sui trend nell’ambito dei flussi a temperatura controllata e sotto zero.

Una richiesta in espansione

Una richiesta in espansione

Il trasporto a bassa temperatura è un elemento che assume un’importanza sempre maggiore nel settore farmaceutico. Nonostante questo servizio stia diventando sempre più richiesto, esistono pochissime realtà che riescono a garantirne l’erogazione secondo alti standard qualitativi.

L’aumento della richiesta è dovuto ad un incremento della presenza sul mercato di farmaci innovativi che necessitano della temperatura di conservazione tra i 2 e gli 8 gradi o addirittura inferiore.

Il futuro dei flussi a temperatura controllata

Il futuro dei flussi a temperatura controllata

De Vita evidenzia che “Il trend dei volumi immessi nel mercato di medicinali termosensibili 2-8 °C e sottozero è in netta crescita, sia per la maggiore disponibilità di biofarmaci sia per la riduzione dei tempi necessari a verificarne la stabilità nel tempo (incidendo così direttamente sulla shelf life del prodotto).”

“L’aspetto però che voglio sottolineare”, continua De Vita, è la conferma della presenza un continuo, lento ma costante trend di crescita per quanto riguarda questo tipo di trasporto a partire dagli anni 90 in Europa. Periodo che coincide con l’arrivo sul mercato dei primi anticorpi monoclonali”. Negli Usa nel 1982 arriva da Genentech e commercializzata da Eli Lilly, Humulin, la prima insulina bioingegnerizzata. Gli investimenti del settore pharma & biotech in R&D a livello worldwide sono passati dai circa 160BN del 2016 ai quasi 240BN del 2026 con un cumulative growth rate del 8,5% annuo, anche se in italia nel recente 2019 si spendeva ancora 400€/procapite in R&D contro i 1200€ della Germania.

“Vi fornisco un altro dato: nel 2015 sui 58BN spesi in logistica farmaceutica in Italia 7BN riguardavano il trasporto a temperatura controllata e 3BN il mondo del packaging/logger. Nel 2019, ultimo dato completo a noi disponibile, la spesa per il trasporto a temperatura controllata è aumentata quasi del 30% fino a raggiungere i 13BN”.

Che cosa c’è dietro a questa crescita? Nel 2020, ben 27 sui 50 top seller del settore ha richiesto una temperatura di storage e di trasporto a 2-8 °C contro i soli 18 del 2013, anni in cui PHSE, con un’attività di strategic foresight si affaccia al mondo della pharma distribution, dopo aver avviato il suo business in quello dei clinical trial.

Case Study

Campagna di sensibilizzazione per la psoriasi

Case Study

Campagna di sensibilizzazione per la psoriasi

Qual è l'orizzonte dei prossimi anni?

Qual è l'orizzonte dei prossimi anni?

Che cosa possiamo aspettarci nel futuro? De Vita ci risponde così: “Nel 2024 l’area oncologica raggiungerà market share superiori al 20% seguita da quelle degli antidiabetici, antireumatici, vaccini e antivirali e immunosoppressori. Continueranno quindi ad aumentare i prodotti che richiedono una temperatura di conservazione tra i 2/8C, trainati dalle nuove molecole biologiche e quelle già esistenti dei biosimilari oltre che dai vaccini e le nuove terapie, tra queste un ruolo fondamentale lo avrà la gene therapy, per la quale è necessaria una logistica end to end e temperature di conservazione in azoto liquido (-150C) crescerà al ritmo di almeno 50/100 nuove terapie entro il 2026”.

Sviluppo e futuro degli eCommerce alimentari

Nel panorama dell’eCommerce B2c, il 2020 ha portato ad una crescita rilevante degli acquisti, trainata in primo luogo dal comparto Food&Grocery. Infatti, l’anno dell’emergenza sanitaria è stato anche l’anno in cui il digitale è diventato preponderante nella nostra quotidianità

Equity crowdfunding e pandemia: impatto e sviluppi

Con il termine equity crowdfunding si intende quel finanziamento collettivo operato attraverso portali in cui, a fronte di un investimento, la società riconosce all’investitore una partecipazione al capitale sociale.

eCommerce e Covid: da opportunità a necessità

Negli ultimi mesi la pandemia ha rivoluzionato in maniera significativa il nostro stile di vita insieme alle nostre abitudini di consumo. L'eCommerce è divenuto per le aziende una necessità.